• Federalberghi Terme

    Una folta rappresentanza di associazioni ed imprese alberghiere e termali ha costituito Federalberghi Terme, il sindacato italiano delle località e delle imprese termali e del benessere.

     

    Gli scopi sociali del sindacato abbracciano un largo campo d'azione:

     

    - la promozione e lo sviluppo della cultura termale e della qualità dell'offerta termale e del benessere;

     

    - l'attività scientifica e sistematica di indagine, analisi e ricerche; la rappresentanza e la tutela dei soci, anche mediante la fornitura di servizi di consulenza ed assistenza;

     

    - la formazione e l'aggiornamento professionale;

     

    - la sottoscrizione di accordi con le organizzazioni sindacali.

  • Lettera alle aziende termali italiane

    Il presidente di Federalberghi Terme ha scritto una lettera a tutte le aziende termali italiane, con la quale commenta l'intesa sul rinnovo delle tariffe termali per il triennio 2016-2018 ed illustra gli obiettivi programmatici dell'associazione, in materia di:

     

    - finanziamento alla ricerca

    - turismo termale transfrontaliero

    - invecchiamento attivo

    - politiche fiscali

    - formazione continua

    - difesa del marchio termale

    - valorizzazione e promozione della cultura del turismo termale

    - governance del settore.

     lettera alle aziende termali italiane.pdf

  • Posizione di Federalberghi Terme sul disegno di legge 4407

    "Siamo assolutamente favorevoli al ddl che prevede la riforma della legge relativa al settore termale, presentato alla Camera dagli onorevoli Fanucci e Camani insieme a molti altri parlamentari". Sono le parole del presidente di Federalberghi Terme, Emanuele Boaretto, a commento dell'audizione che si è svolta presso la Commissione Attività Produttive alla Camera. 

     

    "Vorrei anche sottolineare – ha aggiunto Boaretto – che per noi è motivo di grande soddisfazione che la X Commissione, nella persona della relatrice Vanessa Camani, abbia dato massimo ascolto alle nostre istanze, considerando favorevolmente i tre punti fondamentali della nostra proposta: la definizione dei distretti termali, la strutturazione di una cabina di regia dedicata al settore e l'istituzione dei termini di salvaguardia per le aziende termali sistemiche".

     

    L'audizione alla Camera si è concretizzata proprio a ridosso dell'incontro svoltosi a Strasburgo alla presenza del presidente del Parlamento europeo, on. Antonio Tajani. E' stata questa l'occasione in cui il nuovo sindacato delle località e delle imprese termali e del benessere ha acquisito informalmente la conferma che anche da parte del Parlamento europeo si ritiene non applicabile la "direttiva Bolkestein" alle concessioni di acque termali, in quanto finalizzate ad erogare servizi sanitari.

  • Pronti alla sfida del turismo sanitario.

    "E' sotto gli occhi di tutti: il turismo sanitario è capace di produrre grandi numeri. E il nostro paese, che ha un sistema sanitario tra i primi in Europa e allo stesso tempo è un'eccellenza nel campo dell'ospitalità, è in grado di affrontare questa sfida per dare slancio alla nostra economia, con la garanzia di poter contare sul supporto delle Istituzioni". Queste le parole del presidente di Federalberghi Terme, Emanuele Boaretto, intervenuto all'incontro aperto dal ministro degli Esteri Angelino Alfano e svoltosi alla Farnesina sul tema del turismo sanitario e della sua attrattività nei singoli territori.

    "Secondo un recente studio – ha dichiarato Boaretto – si calcola che ogni anno nel mondo 7 milioni di persone intraprendono un viaggio per motivi di salute, generando già oggi un volume di affari di 100 miliardi di dollari che diventeranno 150 nel 2018. Mentre le dimensioni del fenomeno stanno rapidamente lievitando in altri paesi, in Italia siamo palesemente in ritardo. Ce lo dimostra il dato dei  5000 modesti arrivi l'anno. Per chi si mette in viaggio alla ricerca di cure, le terme rappresentano un enorme attrattore. Anche qui a parlare sono i numeri: si tratta di 5 milioni di persone in Europa che si muovono per trarre beneficio dalle diverse forme di termalismo terapeutico".

    "Le splendide località termali italiane - prosegue Boaretto – occupano una posizione privilegiata, con strutture tra le più quotate a livello internazionale, sia in termini di qualità delle acque e del loro valore curativo, che dei servizi garantiti dalle straordinarie professionalità impegnate sul campo".

    "Credo che sia fondamentale – ha concluso il presidente di Federalberghi Terme – chiedere l'impegno delle istituzioni e del governo per mettere a punto strategie di sviluppo volte a dare slancio all'attività turistico sanitaria ed anche termale, impostando con misure fiscali che agevolino l'impresa. Misure di sostegno economico infatti, incoraggerebbero molte strutture ricettive a ricercare nuove fisionomie di accoglienza e generare forme innovative di attività. Noi che operiamo nel settore, siamo pronti alla sfida. L'ambizione è collocarsi come players principali in una partita che riguarda tutta l'Europa ed anche i paesi extraeuropei"

Sul numero 13/2019 della newsletter di Federalberghi si parla di tax credit per la riqualificazione.

Per la trasmissione delle ricette termali si utilizza il tracciato delle ricette specialistiche, indicato nel disciplinare tecnico del comma 5, articolo 50, del decreto legge n. 269 del 2003, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 326 del 2003.

Le Commissioni I e II della Camera dei Deputati hanno svolto l’audizione di Federalberghi sul disegno di legge n. 1913, recante disposizioni urgenti in materia di ordine e sicurezza (cosiddetto decreto-legge “sicurezza bis”).

L’audizione ha riguardato la comunicazione alle Questure delle generalità delle persone alloggiate. In particolare, l’attenzione si è concentrata sull’articolo 5 del decreto-legge, che riduce sensibilmente i termini per tale comunicazione, stabilendo che - nei casi in cui il soggiorno ha una durata inferiore alle ventiquattro ore - essa debba avvenire “con immediatezza”.

Federalberghi ha segnalato la necessità di emendare il decreto-legge definendo un termine congruo e ragionevole entro il quale effettuare la comunicazione e consentendo che tale comunicazione venga effettuata mediante collegamento diretto tra i sistemi gestionali aziendali e il portale del Ministero dell’Interno.

 

Federalberghi Terme, in audizione presso la Commissione X della Camera dei Deputati, ha espresso il proprio apprezzamento per il ddl di riforma del settore termale.

In evidenza l’andamento positivo nel I trimestre 2019 del traffico aeroportuale (+5,4%),del numero dei visitatori nei musei statali (+5,3%) e delle spese effettuate con carta di credito (+6,4% per alberghi e ristoranti). Il 2018 si chiude con un saldo della bilancia dei pagamenti pari a 16.227 milioni di Euro, in crescita dell’11,2% sul 2017.

Approvata dall'Assemblea di Federalberghi, a Capri, il 3 maggio 2019.

credito d'imposta per la riqualificazione delle strutture ricettive e termali

Cala il sipario sul tax credit per la riqualificazione delle strutture ricettive e termali.

Il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo ha pubblicato la graduatoria relativa al bando 2019 per la concessione del credito d’imposta per gli investimenti di riqualificazione delle strutture ricettive e termali. A fronte di 2.538 istanze presentate, sono state ammesse a fruire dell’incentivo 1975 imprese, per complessivi 116,7 milioni di euro, con un importo mediamente pari a 58.734 euro per impresa.

Bocca: a rischio gli investimenti del 2019, è urgente rifinanziare la misura e abolire il click day.

 

decreto sicurezza bis - audizione di Federalberghi

Federalberghi, nel confermare la piena e consueta disponibilità degli albergatori a collaborare con le forze dell’ordine per contribuire alla tutela della sicurezza pubblica”, ha segnalato la necessità di emendare il decreto-legge "sicurezza bis", al fine di evitare di arrecare disagi ai turisti e di non imporre alle imprese adempimenti talvolta impossibili da realizzare.

estate 2019

Estate italiana, 34,6 milioni in viaggio (+0,3%).

Giro d'affari di 21,8 miliardi, in calo rispetto al 2018 (-9,5%).

Luglio mese in crescita, scarsa la performance di giugno.

previdenza complementare - invio modulistica tramite PEC

Il Fondo di previdenza complementare Fon.Te. informa che è possibile inviare tramite PEC la modulistica relativa alle prestazioni, ad eccezione del “Modulo di adesione” e del “Modulo di adesione per i fiscalmente a carico”. Le richieste potranno essere inviate all'indirizzo di posta elettronica certificata: protocollofonte@legalmail.it, indicando nell’oggetto la tipologia di richiesta ed allegando alla documentazione copia del documento di identità e del codice fiscale.

contributo di sistema per l'anno 2020

Sono disponibili le istruzioni operative per la riscossione del contributo di sistema attraverso la convenzione Federalberghi / INAIL.

licenza fiscale per la vendita di bevande alcoliche

Il decreto crescita ha reintrodotto l’obbligo di denuncia fiscale per la vendita e somministrazione di alcolici a carico degli esercizi pubblici, di quelli di intrattenimento pubblico, degli esercizi ricettivi e dei rifugi alpini (ex licenza UTIF), obbligo che era stato soppresso nel 2017 in un'ottica di semplificazione. Rimane comunque soppresso l'obbligo di versare il diritto annuale di licenza. La denuncia, da indirizzare all'Ufficio dell’Agenzia delle Dogane competente per territorio, ha validità permanente. Pertanto, riteniamo che le aziende che avevano effettuato la denuncia prima della soppressione dell’obbligo non debbano presentare una nuova denuncia, salvo il caso in cui siano intervenute variazioni nei dati a suo tempo comunicati.

​​​​
Giunta Esecutiva (Roma) - 18/09/2019

Riunione della Giunta Esecutiva di Federalberghi

Consiglio Direttivo CNGA (Rimini) - 09/10/2019

Riunione del Consiglio Direttivo CNGA di Federalberghi