Il 17 ottobre 2019 la Conferenza Stato-Regioni ha approvato il nuovo accordo per l’erogazione delle prestazioni termali per il triennio 2019/2021, che contiene alcune importanti novità.

 

In particolare, la sezione 3, concernente la ricerca termale, prevede che:

 

<<In linea con quanto convenuto in materia negli anni precedenti, anche per il triennio 2019-2021, il finanziamento della Fondazione per la ricerca scientifica termale (FoRST), è fissato nella misura dello 0,4 del fatturato annuo lordo ticket che le aziende termali accreditate che sostengono la Fondazione medesima, hanno realizzato per le prestazioni termali erogate con oneri a carico del SSN.

 

Sono inoltre confermati i livelli tariffari differenziati (tabelle “con adesione” e “senza adesione”) nella misura a suo tempo definita sulla base della partecipazione o meno al finanziamento della Fondazione per la ricerca termale ovvero ad altro ente di cui all’art. 6 comma 2 della Legge 323/2000 ovvero ad enti iscritti all’anagrafe di cui all’art. 64 del DPR 11 luglio 1980 n. 382.

 

Per quanto riguarda l’applicazione della tariffa “con adesione”, le Parti confermano che la stessa può essere riconosciuta anche a favore delle aziende termali che, pur non versando le quote predette alla FoRST, abbiano avviato progetti di ricerca scientifica preventivamente approvati dal Consiglio di Amministrazione della Fondazione ovvero da altro ente di cui all’art. 6 comma 2 della Legge 323/2000 ovvero da enti iscritti all’anagrafe di cui all’art. 64 del DPR 11 luglio 1980 n. 382 e ritenuti idonei per l’assolvimento degli obblighi previsti in materia dall’accordo per l’erogazione delle prestazioni termali tempo per tempo vigenti.>>

 

Per effetto di tale previsione, da noi lungamente auspicata, le aziende termali italiane potranno scegliere liberamente i soggetti ai quali affidare le attività di ricerca, aggregarsi per territori o tipologia di acqua e scegliere gli argomenti da trattare, beneficiando del finanziamento dello 0,40.

 

L’importante modifica apportata all’Accordo dalla Conferenza Stato-Regioni chiarisce, inoltre, le motivazioni che a suo tempo hanno indotto alcuni imprenditori aderenti a Federalberghi Terme a presentare un ricorso sull’argomento, non già per invalidare l’intero accordo, ma per eliminare una grave distorsione del mercato prodotta da una situazione di monopolio di fatto.

 

Riteniamo infatti che il pluralismo della rappresentanza imprenditoriale costituisca un valore da difendere e che tutte le aziende - a prescindere dall’associazione di appartenenza – abbiano diritto di usufruire delle medesime opportunità in merito alla ricerca scientifica termale necessaria ai fini dell’accreditamento e per la qualificazione dei servizi offerti.

 

A breve vi invieremo il programma che Federalberghi Terme sta elaborando, che intendiamo porre a disposizione di tutte le aziende termali italiane che siano interessate ad avvalersi di una modalità innovativa di organizzazione e svolgimento della ricerca scientifica.


delusione sul superbonus agli hotel

Le indiscrezioni relative alla possibilità che il superbonus venisse esteso anche agli hotel avevano creato un'aspettativa che rimane disattesa.

Festa della Repubblica, un ponte tutto italiano

Per il ponte del 2 giugno è previsto un movimento turistico di quasi 9 milioni di italiani che, per i loro spostamenti, prediligeranno il Belpaese.

turismo, la pandemia del lavoro

I dati diffusi oggi dall’Ente bilaterale nazionale del turismo fanno luce sulla devastazione che la pandemia da Covid-19 ha comportato per il turismo italiano.

Nel 2020, ovvero quello che sarà ricordato probabilmente come l’annus horribilis per il turismo, il numero degli occupati nel settore è calato vertiginosamente: le giornate retribuite sono diminuite del 38%. Inoltre, 200mila posizioni di lavoro stagionale e 150mila a tempo indeterminato sono state letteralmente polverizzate.

ENIT - ILTM North America

L’ENIT informa che vi sono ancora disponibilità per la fiera ILTM North America, in programma in Riviera Maya (Messico) dal 20 al 23 settembre 2021. 

Le richieste degli spazi espositivi ed in relativi costi sono disponibili al seguente link http://clubitalia.enit.it/clubitalia_frontend.php/fiere/showFiera/id/333.

Ministero del Lavoro - richiesta dati organizzativi al 31 dicembre 2020

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha fatto richiesta di alcuni dati sul sistema organizzativo.

Nel richiamare l’attenzione sull’esigenza di testimoniare con efficacia la rappresentatività del sistema Federalberghi, invitiamo le associazioni albergatori a comunicare tempestivamente il numero delle aziende associate alla data del 31 dicembre 2020.

dichiarazione imu - faq mef

I soggetti esonerati dal versamento dell'IMU nel corso del 2020 in base ai decreti connessi all'emergenza Covid-19 sono tenuti alla compilazione della dichiarazione IMU 2021 per l’anno 2020: i soggetti passivi dovranno presentare la dichiarazione entro il 30 giugno 2021, barrando la casella “Esenzione”. Nel caso delle esenzioni previste in relazione all’emergenza Covid, infatti, il Comune non è a conoscenza delle informazioni utili per verificare il corretto adempimento dell’imposta.

​​​​
Consiglio Direttivo CNGA - 21/06/2021

Riunione del consiglio direttivo del Comitato Nazionale Giovani Albergatori di Federalberghi

Consiglio Direttivo (Roma) - 18/06/2021

Riunione del Consiglio Direttivo di Federalberghi.